Il sito utilizza cookie di prima parte solo tecnici. Tramite il sito sono installati cookie di terze parti. Proseguendo nella navigazione l'utente accetta l'utilizzo di suddetti cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie completa.

OK

RALLENTAMENTO MOTORIO E DEPRESSIONE

RALLENTAMENTO MOTORIO E DEPRESSIONE
Sebbene la depressione possa presentarsi anche con agitazione, il rallentamento psicomotorio costituisce un elemento fondamentale. I movimenti spontanei sono globalmente ridotti: l'andatura è lenta, qualsiasi azione risulta difficile e richiede un notevole sforzo per essere portata a termine. Un profondo senso di astenia, prevalente nelle prime ore del mattino, rende faticoso l'inizio della giornata e complesso l'intraprendere e lo svolgere di ogni attività anche la più semplice.
Il rallentamento si manifesta anche sul piano ideativo dove appare con una sensazione di lentezza e vuoto mentale talvolta associata ad una ruminazione dolorosa, rigidamente associata a temi depressivi di rovina, di miseria, di colpa e di autoaccusa.
Il rallentamento delle funzioni mentali superiori può essere così marcato da provocare in alcuni casi difficoltà di attenzione e concentrazione e disturbi della memoria, sia a breve che a lungo termine. Il rallentamento ideomotorio si traduce in incertezza, indecisione e in alcuni casi l'incapacità di prendere qualunque decisione. 
Il rallentamento psicomotorio è un sintomo fondamentale da indagare, per impostare la terapia farmacologica più adeguata che agisca anche su questi aspetti.

Contattami senza impegno

via V. Gioberti 34 - 50121 Firenze
info@micaelapivamerli.it
055 662015 - 3391157725

Prendi un appuntamento!

Fa' una prenotazione con il form o chiama direttamente ai numeri che vedi sopra
Accetto le condizioni per la privacy